Ambulanza Camunia.jpg

Sequestrata ambulanza di Camunia Soccorso

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Breno, dopo una segnalazione anonima avevano fermato un’ambulanza e multato il conducente. L’episodio è avvenuto a Forno d’Allione di Berzo Demo, dove c’è una sede di Camunia Soccorso.

I Carabinieri hanno atteso che l’autista scendesse dal mezzo per chiedere i documenti e hanno così verificato che alla guida del mezzo dell’ambulanza, che comunque non era in servizio di emergenza in quegli istanti, c’era un ragazzo di 20 anni. I Carabinieri, dopo avere appurano l’età, hanno emissione di due verbali: uno per il ragazzo di circa 100 euro per guida senza i requisiti, e uno di circa 20 euro a Camunia Soccorso, a titolo di incauto affidamento del mezzo. Anche l’ambulanza vè stata fermata amministrativamente per ben 60 giorni. Immediata la presa di posizione da parte di Raffaello Colombo, Presidente di Camunia Soccorso, che si è rivolto ad un avvocato per ottenere il dissequestro del mezzo con la motivazione che l’ambulanza non stava svolgendo un servizio di emergenza ma stava rientrando in sede ed era libera, dunque nelle condizioni per essere guidata da un autista così giovane dato che era affiancato da un istruttore. È anche stato ribadito con forza che mai i dirigenti di Camunia Soccorso avrebbero permesso ad un conducente inesperto di guidare in emergenza. Ora si attendono sviluppi di una vicenda che ha destato clamore specie per le modalità con cui è stata aperta e per come, fino ad ora, è stata gestita.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Cinema e Cibo: al cinema insieme…

La nuova edizione di “Cinema e Cibo-Cinema insieme…”  promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Pro Loco di Darfo Boario Terme e il Consorzio Turistico Thermae&Ski

Carne, zucca e castagne

A Cascina Clarabella di Corte Franca si apre un ciclo di serate gastronomiche a tema dedicate all’autunno. Le serate si svolgono al ristorante della cooperativa