roccolo abusivo

Scoperto altro roccolatore abusivo ad Agnosine

Una tesa di reti da uccellagione, proprio nel centro del paese, a due passi dalla Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Annunciata. Ma a cadere nella “rete”, oltre a due pettirossi ed un merlo, anche lo stesso bracconiere, un pregiudicato 67enne del posto, grazie alla segnalazione di una guardia volontaria. Nella perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti anche numerosi richiami vivi detenuti illegalmente appartenenti a specie particolarmente protette, tra cui Lucherini e Passere d’Italia, oltre a Fringuelli e Storni. Liberati immediatamente i richiami in grado di volare.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La casa che verrà

Con un cospicuo investimento la vecchia caserma della guardia di finanza di Breno diventerà un centro all’avanguardia per i disabili con un nuovo social food,