Fiume Oglio

Scoperta l’identità del pescatore morto nel fiume Oglio

E’ Guerriero Romano Salvetti il pescatore che, nella mattina di mercoledì 26 giugno, intorno alle 7,30, è stato avvistato esanime nelle acque del fiume Oglio tra Piancogno e Esine in provincia di Brescia. A trovarlo disteso su una roccia al centro dell’Oglio, due donne che passeggiavano sulla pista ciclabile lungo il bordo del fiume. Subito hanno lanciato l’allarme chiamando i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Darfo, i carabinieri di Esine, l’ambulanza dei volontari dell’associazione Santa Maria Assunta di Pisogne e l’auto medica. Per il 76enne, di Piancogno non c’è stato più nulla da fare. Sul corpo dell’uomo non sono stati rilevati segni di violenza, dunque è da escludere l’ipotesi di omicidio; probabilmente ha avuto un malore ed è successivamente scivolato nelle acque del fiume Oglio perdendo la vita. Il magistrato, non riscontrando elementi sospetti in questa morte, attribuita a cause accidentali, ha disposto immediatamente il rilascio della salma per il trasferimento.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare