Fiume Oglio

Scoperta l’identità del pescatore morto nel fiume Oglio

E’ Guerriero Romano Salvetti il pescatore che, nella mattina di mercoledì 26 giugno, intorno alle 7,30, è stato avvistato esanime nelle acque del fiume Oglio tra Piancogno e Esine in provincia di Brescia. A trovarlo disteso su una roccia al centro dell’Oglio, due donne che passeggiavano sulla pista ciclabile lungo il bordo del fiume. Subito hanno lanciato l’allarme chiamando i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Darfo, i carabinieri di Esine, l’ambulanza dei volontari dell’associazione Santa Maria Assunta di Pisogne e l’auto medica. Per il 76enne, di Piancogno non c’è stato più nulla da fare. Sul corpo dell’uomo non sono stati rilevati segni di violenza, dunque è da escludere l’ipotesi di omicidio; probabilmente ha avuto un malore ed è successivamente scivolato nelle acque del fiume Oglio perdendo la vita. Il magistrato, non riscontrando elementi sospetti in questa morte, attribuita a cause accidentali, ha disposto immediatamente il rilascio della salma per il trasferimento.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”