Sartoria in quarantena volontaria

Un sarta di Roncadelle, pur di rassicurare i clienti, ha deciso di mettersi in quarantena volontaria dopo il ritorno dalla Cina.

«Siamo tornati il primo febbraio, per sicurezza faremo una pausa di 14 giorni, il negozio riaprirà il 17 febbraio», così si legge sul cartello esposto martedì da una sarta cinese sulla vetrina del suo negozio a Roncadelle. La donna, che gestisce l’attività con il marito ed è molto conosciuta in paese, aveva programmato il viaggio da tempo. E per evitare polemiche ha preferito mettere tutta la sua famiglia in quarantena, aspettando che cali la tensione per il coronavirus.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Iseo, piangono le casse comunali

Corrette le previsioni in bilancio Iseo. Nei primi cinque mesi di questo 2020, quindi dal 1° gennaio al 31 maggio, rispetto all’anno scorso, dai parcheggi