spedali civili di brescia

Donata a Brescia la Tac con Gps che trova la lesione oncologica

La Fondazione Guido Berlucchi ha realizzato una donazione di circa un milione di euro agli Spedali Civili di Brescia, che ha permesso di acquistare tre mammografi digitali e una Tac di ultima generazione, strumenti tecnologicamente molto avanzati utili a completare il parco dell’azienda sociosanitaria.

Strumenti fondamentali per la prevenzione del cancro, in particolar modo quello al seno; i mammografi vanno a sostituire quelli vecchi del Centro senologico di Via Marconi e dei presidi di Gardone Val Trompia e di Montichiari.

Una nuova Tac, invece, verrà collocata nella Prima Radiologia del Civile diretta da Luigi Grazioli: una strumentazione altamente all’avanguardia, dotata di un sistema di trattamento per via percutanea guidato da un Gps che permette di mirare con estrema precisione la lesione, e che viene utilizzata soprattutto in ambito oncologico per trattamenti che riguardano noduli polmonari, renali ed epatici.

Ma quella della Fondazione Guido Berlucchi, seppur molto corposa, è solo una delle numerose donazioni che gli Spedali Civili ricevono annualmente grazie alla grande generosità di istituzioni e non solo: in media, infatti, sono circa 4,5 milioni di euro raccolti annualmente dalla struttura, sintomo di un forte legame con il territorio e di una qualità sanitaria eccelsa a garanzia delle donazioni stesse.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La leggenda della Sarneghera

La leggenda della Sarneghera narra la storia di una giovane fanciulla di Monte Isola, promessa sposa di un nobile della Franciacorta. La ragazza, però, non