comune

San Giovanni Bianco, istituito il servizio pasti a domicilio

E’ stato attivato a San Giovanni Bianco il servizio dei pasti a domicilio, organizzato in collaborazione tra il Comune di San Giovanni Bianco, la Fondazione Paolo Boselli e l’Associazione Anteas. Sono attualmente una quindicina gli utenti residenti nel centro del capoluogo che da metà ottobre hanno iniziato a usufruire del nuovo servizio, che prevede la distribuzione quotidiana del pranzo.
Il servizio verrà poi esteso nei prossimi mesi anche nel resto del territorio comunale, con l’obiettivo di rafforzare nel tempo la rete di distribuzione, fino a poter raggiungere anche le piccole frazioni e soddisfare quindi tutte le domande pervenute. Ad oggi se ne contano circa una trentina.

Questa iniziativa si inserisce nella azioni proposte dall’Amministrazione comunale al fine di venire incontro alle esigenze della popolazione anziana. Già nel corso del 2015 era stato realizzato un sondaggio da parte dall’Amministrazione Comunale di San Giovanni Bianco, con la visita da parte di un incaricato comunale al domicilio degli anziani residenti; proprio in tale occasione era emersa l’esigenza di progettare una serie di azioni a favore degli anziani, tra cui appunto il servizio di pasti a domicilio. A questi dati si è poi aggiunta la riflessione di allargare la platea dei destinatari, predisponendo un servizio non solo dedicato alle persone anziane, ma anche a supporto di persone con disabilità e persone sole, che costituiscono un tessuto fragile e bisognoso di servizi alla persona. Il servizio è volto a garantire un pasto caldo completo, composto da: primo, secondo, contorno, pane, frutta, mezzo litro di acqua; in tutta comodità presso la propria abitazione, per l’ora di pranzo, dal lunedì al venerdì, a fronte di un contributo economico.

«Per questo scopo l’Amministrazione comunale ha messo a disposizione le proprie risorse interne dell’Ufficio Servizi Sociali per le operazioni di promozione del servizio attraverso l’esame dei dati in suo possesso e l’uso del mezzo di trasporto comunale necessario per la consegna dei pasti a domicilio», ha commentato il primo cittadino di San Giovanni Bianco Marco Milesi. 

La Fondazione Boselli, attore principale dell’iniziativa, si occuperà della preparazione dei pasti con personale dedicato, mettendo a disposizione la propria cucina. Mentre l’operazione di consegna pasti a domicilio sarà effettuata dai membri dell’associazione ANTEAS, che già collabora con l’Amministrazione comunale per numerosi servizi di volontariato in essere sul territorio.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare