Sabato 8 agosto la Milano-San Remo, a Gandino la storia di Bartali

Il campione pedala e pedala, sempre un altro giro di ruota e un’altra salita, senza mollare mai. Adriana, la sua amatissima signora è adesso sua moglie”. Lui è Gino Bartali, insieme sono la coppia raccontata in scena da Federica Molteni mentre attraversano l’Italia del dopoguerra: il voto alle donne, la Repubblica e le sue contraddizioni legate a un regime che non vuole finire, l’inizio del boom economico. Il ritratto dell’Italia attraverso un amore, una vita insieme, inarrestabili, come quando Ginettaccio sale in sella: non c’è mai avventura senza paura.  Sabato 8 agosto alle 21 a Gandino, in piazza Vittorio Veneto (in caso di maltempo Biblioteca Civica) è in programma il recital teatrale “Pedala!” a cura della Compagnia Luna e GNAC Teatro.

E’ il seguito di “Gino Bartali, un eroe silenzioso”, che ha girato sui palcoscenici italiani ed europei facendo emozionare oltre cinquantamila spettatori. Bartali è “Giusto tra le Nazioni” per aver salvato ottocento ebrei e un’intera famiglia, i Goldberg. Pedalando. Questa è la storia anche del legame di Bartali con Fausto Coppi, due rivali e due fratelli di battaglie, la grande epica del ciclismo, a sessant’anni dalla morte del campionissimo e rappresentata a Gandino proprio nel giorno in cui il calendario del ciclismo (rivoluzionato dal Covid) proporrà la classica Milano-Sanremo. Nel 1989 Bartali fu ospite in Val Gandino, per una gara ciclistica disputata a Casnigo di cui resta un’indelebile ricordo fotografico. La serata teatrale a Gandino è ad ingresso libero.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Continua la lotta al pesce siluro

Nella Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino tornano gli interventi mirati al contenimento del pesce siluro. Regione Lombardia ha finanziato il nuovo progetto messo in