ROSY BINDI E ALBERTO VANNUCCI lunedi all’ACLI Bergamo

Nella foto Alberto Vannucci

Si conclude lunedì 14 marzo alle 20.45 il percorso dedicato ai 30 anni da Mani Pulite promosso dalle Acli di Bergamo, dalle Acli bresciane, da Libera Bergamo e da Libera Brescia con un dialogo tra Rosy Bindi, già ministro della Sanità e presidente della Commissione parlamentare Antimafia dal 2013 al 2018, e Alberto Vannucci, docente di Scienza Politica presso l’Università di Pisa ed esperto di lavoro nero, declino competitivo, organizzazioni criminali e, soprattutto, corruzione politico-amministrativa.

«Abbiamo deciso di chiudere il percorso della Memoria Civile – dichiara Dario Acquaroli, referente del progetto – con un incontro dal titolo Cleptocrazia. L’obiettivo è quello di mettere a tema il rapporto tra politica e corruzione dagli Anni Novanta ad oggi. Valutare l’evoluzione di questa relazione è una questione ardua, che richiede competenza ed esperienza sul campo. Per questo avremo con noi due ospiti che hanno lavorato per un risanamento ed una bonifica di questo legame e che ne conoscono gli intrecci. L’esperienza della Memoria Civile tuttavia non si concluderà con questi appuntamenti. Nei mesi di aprile e maggio svolgeremo dei viaggi formativi a San Donato Milanese e ad Ivrea sulle orme di Enrico Mattei e di Adriano Olivetti».

L’appuntamento sarà visibile sul canale Youtube e sulla pagina Facebook delle Acli di Bergamo.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare