Roberto Donina a processo per i fatti di Ceto

Nuovo processo per Roberto Donina di Ceto, già condannato per l’incdendio dell’auto dell’ex-sindaco. Questa volta deve difendersi dalle accuse di minacce.

Il Gup del Tribunale di Brescia ha ammesso la costituzione di parte civile del primo cittadino di Ceto Marina Lanzetti e dei suoi familiari oltre che quella del Comune di Ceto, nell’ambito del processo contro Roberto Donina, accusato di aver minacciato il sindaco e la madre e di aver tentato di estorcere del denaro. L’uomo è già stato condannato nelle scorse settimane per l’incendio dell’auto dell’ex sindaco Franco Guaini. Sarà dunque giudicato con rito abbreviato per questa nuova accusa. La difesa dell’imputato ha deciso di giocare una carta con l’escussione di una testimone che verrà sentita nell’udienza del prossimo 22 settembre.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare