Risolto il giallo della fuga sulla ss42

Si è presentato ai Carabinieri l’auotmobilista che alle 4 di mercoledì 10 agosto si era dato alla fuga a piedi nei campi di Darfo Boario Terme dopo l’inseguimento del Radiomobile dei Carabinieri e l’incidente contro un guardrail: è stato sanzionato.

Si temeva il peggio questo mercoledì mattina attorno alle 4.00 quando sulla statale 42 all’altezza di Darfo Boario Terme un’auto che procedeva forte velocità non si è fermata all’alt dei Carabinieri dell’aliquota Radiomobile di Breno che stavano effettuando un servizio di pattuglia sul territorio. Immediato l’inseguimento dell’auto che poco dopo è andata a schiantarsi contro un guardrail. Il conducente è uscito dall’abitacolo e si è dato alla fuga scavalcando il guardrail e dileguandosi nel buio. Il passeggero che sedeva sul sedile accanto a lui è rimasto in auto illeso. Immediato l’allarme alle altre pattuglie dei carabinieri in servizio sul territorio che hanno provveduto a posizionare posti di blocco sulle varie direttrici della 42, a nord e a sud. Sul posto dell’incidente sono giunti anche i Vigili dl Fuoco del distaccamento di Darfo con una colonna illuminante: si temeva, infatti, che il fuggitivo potesse essere ferito e si trovasse nascosto nell’erba alta. Ma poco dopo è stato lui stesso a presentarsi ai carabinieri, evidentemente consapevole dei guai ai quali sarebbe andato incontro se non avesse chiarito subito la sua posizione. L’uomo è stato quindi contravvenzionato e l’allarme è rientrato.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli