Chiara Frugoni

Ritirata la cittadinanza onoraria di Solto Collina a Chiara Frugoni

 Il Consiglio comunale di Solto Collina, con i voti della sola maggioranza, ha revocato la cittadinanza onoraria, assegnata nel 2013, alla professoressa Chiara Frugoni, storica mediavalista.

 

La decisione rappresenta la fine di una storia iniziata quasi un anno fa, quando, a seguito di estumulazioni effettuate dall’amministrazione nel cimitero di Solto per far posto a nuove tombe, andarono distrutte due lapidi che la stessa Frugoni aveva fotografato e inserito nelle sue pubblicazioni. Subito tra la professoressa, studiosa del Medioevo, e il sindaco Maurizio Esti, volarono parole grosse tanto che la stessa Frugoni, dicendo di non identificarsi più nell’operato comunale, disse di non ritenersi più cittadina onoraria di Solto Collina. Parole che lunedì 2 ottobre in Consiglio il sindaco Esti ha ripetuto per confermare la conseguenza della procedura di revoca. Dunque dopo un anno di diatribe, anche violente e anche strumentalizzate in un campagna elettorale molto accesa che alla fine però aveva visto la rielezione del sindaco Esti, ora si è giunti alla revoca della cittadinanza onoraria alla studiosa. Esti ha anche ricordato che prima di lei, Solto aveva revocato la cittadinanza onoraria solo a Mussolini. Da parte sua la professoressa Frugoni nei giorni scorsi aveva evidenziato di non aver mai voluto offendere i soltesi quando aveva espresso la volontà di rinunciare alla cittadinanza onoraria e che si era opposta all’operato della Giunta, non ai soltesi. L’intervento del sindaco non è stato condiviso dalla minoranza guidata da Andrea Pedemonti che ha votato contro.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli