Lucchini Lovere

Accordo con riserva alla Lucchini RS di Lovere e alla forgiatura Mamè di Cividate, dove la notizia della parziale ripresa delle attività, dopo lo stop autonomamente stabilito dall’azienda il 13 marzo, aveva creato uno scontro tra i sindacati e la proprietà, in conseguenza del quale erano stati proclamati 11 giorni di sciopero.

Nella giornata di questo lunedì 6 aprile gli esponenti delle Rls/ Rsu e l’azienda hanno messo a punto i dettagli per permettere agli operatori chiamati a riprendere l’attività con gradualità fino al 13 aprile e la garanzia di poter lavorare in sicurezza. Sono stati valutati di comune accordo tutti gli accorgimenti che il decreto impone per poter lavorare e i sindacati hanno ritenuto soddisfacente l’impegno dell’azienda. Dal comunicato finale dell’incontro viene segnalata anche la programmazione di incontri periodici per la verifica dei sistemi di sicurezza. Gli operai del gruppo nelle scorse settimane avevano effettuato una donazione di 20.000 euro per gli ospedali della zona, a riprova della forte sensibilità sociale dimostrata anche nell’emergenza coronavirus, a fronte della quale, però, richiedono di non abbassare la guardia e di fare tutto il possibile perché vengano garantite le condizioni di sicurezza di chi è al lavoro.