Val Rabbia

Dalla Regione 150.000 euro per opere urgenti a Sonico

Decisi interventi di manutenzione straordinaria urgente per il ripristino delle condizioni di sicurezza ottimali nel territorio di Sonico, lungo l’asta della Val Rabbia, dove nella notte tra domenica 5 e lunedì 6 agosto si è verificato un forte temporale con colata detritica che ha fatto scattare gli allarmi ed evacuare la frazione di Rino.

Nella riunione tecnico-operativa tra gli uffici della Direzione generale Territorio e Protezione civile di Regione Lombardia e l’Ufficio Territoriale Regionale di Brescia, per discutere della situazione e delle opere più urgenti da mettere in cantiere per riportare la situazione quanto più possibile alla normalità soon state prese le seguenti decisioni:

-1- Pulizia della briglia posta in val Rabbia a 500 metri al di sopra della frazione Rino, che l’altra notte ha bloccato all’incirca diecimila metri cubi di materiale fangoso e di detriti ed è attualmente riempita per i due terzi della sua capacità;

-2- Ripristino della strada di accesso alla briglia, lungo la val Rabbia, che è stata scalzata in alcuni punti dalla colata di fango;

-3- Altri lavori di pulizia, ripristino e sistemazione dell’alveo del torrente, tra i quali la demolizione di un grosso masso di circa 30 metri cubi, staccatosi dalla parete della montagna e finito in mezzo al torrente Rabbia, il cui materiale verrà poi usato per rinforzare la strada di accesso alla briglia;

-4- Ripristino della completa funzionalità del sistema di monitoraggio delle colate detritiche formate dalle funi a strappo collegate ai sensori di allarme, due delle quali sono state divelte dalla colata di fango.

Tutti gli interventi saranno finanziati da Regione Lombardia con decreto della Direzione generale Territorio e Protezione civile per un totale di circa 150.000 euro, permettendo così al Comune di Sonico di dare il via ai lavori nel minor tempo possibile. L’assessore regionale al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, con questi ulteriori fondi, ha voluto garantire alla Valle Camonica attenzione e vicinanza di regione Lombardia.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare