refer

Referendum Autonomia, i Comuni si preparano al voto «Sfida dell’innovazione»


C’è molta attenzione tra i dirigenti e i funzionari degli uffici elettorali lombardi in merito al Referendum per l’Autonomia promosso dalla Regione e che si terrà il prossimo 22 ottobre; lo dimostra la grande partecipazione all’incontro che si è tenuto oggi in Sala Biagi di Palazzo Lombardia al fine di illustrare le modalità di voto e le questioni organizzative in merito all’appuntamento elettorale che, per la prima volta in Italia, si svolgerà attraverso il voto elettronico. Per “toccare con mano” come si dipaneranno le operazioni di voto, il Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni ha mostrato il funzionamento delle voting machines, assicurando che, “anche per il Ministero degli Interni, il sistema di voto è sicuro”.

La novità del voto informatico è stata sottolineata da Virginio Brivio, Presidente di Anci Lombardia, che ha ritenuto doveroso ringraziare “tutti i funzionari e i dirigenti comunali che si stanno occupando di queste operazioni che ci hanno portato ad affrontare la  sfida dell’innovazione, essendo chiamati a esprimere un voto inedito nelle forme e nei metodi”. Brivio ha ricordato che “come Anci Lombardia siamo impegnati nella formazione degli uffici comunali”, approfittando di un’occasione che permette agli enti “di misurarsi sul tema dei sistemi tecnologici, che sarà utile anche nei prossimi mesi”.

Il rapporto Anci – Regione, supportato da un protocollo d’intesa siglato nel 2016, è stato fondamentale per preparare il territorio al voto, poiché come ha sottolineato l’Assessore regionale Gianni Fava, “siamo di fronte alla tornata elettorale italiana più imponente e non gestita direttamente dallo Stato”.

Le attività scaturite dal protocollo d’intesa sono state presentate dal Vicesegretario di Anci Lombardia, Rinaldo Redaelli, che ha ricordato, tra l’altro, le 28 informative redatte in due mesi, i 140 mila accessi al sito web e le 90 mila mail inviate a Comuni.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare