AVE

Redivo di Averara celebra la castagna, regina della sagra d’autunno


La castagna è protagonista della sagra che da 43 anni richiama a Redivo di Averara, in alta Valle Brembana, i golosi della regina dell’autunno. La manifestazione organizzata dall’Associazione Castanicoltori, in collaborazione con il Comune di Averara e il contributo dell’azienda Soluna, anche quest’anno si svolgerà in due week end: sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre, sabato 7 e domenica 8 ottobre. Sarà ancora un’occasione per fare festa, valorizzare i prodotti locali e per far conoscere il progetto “Castagneto Aureo” iniziato tre anni fa con il recupero di castagni secolari (oltre 350 anni) e diventato oggi un laboratorio collettivo per il rilancio in chiave turistica di Averara. La quarantatreesima edizione della Sagra strutturata per incuriosire e divertire offre una serie di eventi dove la protagonista è la castagna ne sono previsti altri legati alla cultura di questo comune così ricco di storia e di bellezze naturali. 

IL PROGRAMMA –  Il programma della sagra prevede per sabato 30 settembre alle ore 15 “Pestelli sotto il castagnù” (*) guida pratica di un preparato omeopatico a base di castagna con il dott. Hannes Proeller. Alle 16.00 “Dal fiore al miele”, alveare didattico e dimostrazione di smielatura. Alle ore 17.00 “Il miele di castagno”, degustazione e analisi sensoriale dei migliori mieli di castagno della bergamasca, a cura dell’Associazione Produttori Apistici della Provincia di Bergamo. Alle ore 17.30 “L’alchimista brembano 2.0”, produzione e distribuzione di un distillato, con Gianfranco Goglio di Soluna. Alle 19.00 “All’amorosa frasca”, apertura di tre osterie a tema: l’atmosfera e l’offerta ristorativa di un tempo con musica e racconti in spazi caratteristici di Redivo. 

Domenica 1 ottobre alle 9 “Di pietre e castagni” escursione alle calchere di Averara delle quali una recentemente restaurata e mostra fotografica di Andrea Galizzi sul percorso. Alle 11.00 ”Pietre antiche…nome nuovo”, vivaio di piante antiche a cura di Panacea di Giuseppe Belotti e proposta per il nome della castagna di Averara. “Pranzo in osteria”, alle 12, pane, salame, pancetta, lardo, formaggio, frittate, zuppe, vino bianco e nero, grappa, spuma, birra, gazzosa… è pranzo in osteria. Alle ore 14 “La castagna di Averara”, risultati genetici 2017 a cura dell’Università di Torino e Marco Boriani. ore 16 “Musica al castagnù”, concerto della NEW POP ORCHESTRA 

Sabato 7 ottobre ore 9 “La muraglia verde di Averara” (*) Percorso escursionistico/fotografico tra i castagni da Redivo a Valmoresca. Alle 12 “Ristoro in Valmoresca” Rinfresco sul sagrato della chiesina della Madonna delle Nevi e visita della stessa. Ore 15.30 “Di lame e acciaio”, Forgiatura del coltello bergamasco, dimostrazione della lavorazione Damasco ed esposizione di lame particolari a cura dell’Associazione Coltellinai Forgiatori Bergamaschi. Ore 16 “Passione nelle mani”, dimostrazione di attività varie con gioco finale: un telaio umano. Ore 19 Tradizionale cena con piatti a base di castagna. 

Domenica 8 ottobre, Ore 9 “Si aprono i giochi”: iscrizioni aperte ai giochi di cortile. Alle 10.00 “San Pantaleone”, visita guidata alla chiesa con campanile romanico di Redivo. Ore 12.00 pranzo tradizionale con piatti a base di castagna. Ore 12 “Tutto castagna!”, (*) dall’antipasto al dolce, protagonista la castagna. Ore 15 “Si gioca!”, inizio dei giochi di cortile con finale di pentolaccia. 

Per la durata della Sagra sarà possibile, su richiesta, la raccolta delle castagne nella zona del Castagneto solo se accompagnati da un incaricato dell’Associazione. L’azienda di erbe officinali Soluna sarà visitabile nei due weekend. Servizio bar e vendita caldarroste per tutta la durata della Sagra. Per alcuni eventi contraddistinti nel programma con (*) è consigliata la prenotazione. In caso di maltempo gli eventi potranno subire modifiche segnalate sulla pagina facebook dell’Associazione 

IMPORTANTE: per tutte le escursioni e per il concerto è necessario un abbigliamento idoneo …e inoltre sabato 7 e domenica 8 ottobre “Mercanti in sosta” presentazione di prodotti tipici locali sotto i portici della Mercatorum . “Il disegno in festa”, in un angolo della festa saranno allestite tele che saranno supporto per disegni di grandi e bambini. Su una di queste i visitatori potranno suggerire il nome della castagna di Averara. “Il teatrino vintage”, recuperato da una cantina diventa spazio per rappresentazioni improvvisate senza tante pretese 

PARCHEGGI – Per tutta la durata della manifestazione alcune vie saranno chiuse al traffico. Consigliamo quindi di utilizzare i parcheggi segnalati dall’organizzazione in zona: Ex asilo, Campo sportivo, ditta Siga, Municipio, lungo fiume Mora. Sarà inoltre operativo un bus-navetta messo a disposizione dell’organizzazione per raggiungere la frazione Redivo partendo dai Portici. Per informazioni e prenotazioni relative agli eventi della Festa della Castagna (gradite all’organizzazione).


Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli