SAF notter.jpg

Recuperato in acqua nella notte a Esine

Attorno alle 22.10 ai Vigili del fuoco di Darfo è giunta la chiamata per un uomo finito in acqua nella diga di sbarramento a Esine.

L’allarme è stato lanciato da un pedone che transitava sul ponte che collega Cogno e Esine, lungo via Manzoni, che ha sentito delle grida di aiuto provenire dalla vasca. Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco di Darfo con un gommone da rafting: due vigili in idrocostume sono entrati in acqua ed hanno recuperato il giovane aggrappato ad un pilone di cemento, ormai allo stremo delle forze e già in ipotermia. E’ stato quindi coperto con una metallina e consegnato al team dell’ambulanza da terra di Camunia Soccorso che lo ha trasferito in codice verde all’Ospedale di Esine. Si tratta di un giovane bosniaco la cui posizione ora è al vaglio dei carabinieri di Darfo., intervenuti sul posto per i rilievi di legge. Da Brescia era partito anche lo speciale nucleo Saf, che poi è stato fatto rientrare in quanto, nel frattempo, i Vigili del fuoco di Darfo avevano recuperato il giovane.

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli