Trenzano

Rapina in villa con un finto corriere ed un complice

Mercoledì 5 luglio si è verificato un episodio di aggressione in una villetta di via Cesare Battisti a Trenzano, nella pianura bresciana.

Vittima una 60enne che attorno alle 10.00 ha sentito il campanello della porta della sua abitazione squillare: si è affacciata, ha notato un uomo che attendeva con un pacco in mano e un giubbotto come divisa che le chiedeva una firma sulla corrispondenza per il marito della donna che in quel momento non era presente. Così la 60enne è uscita, ma l’uomo davanti a lei ha gettato a terra il pacco e l’ha trascinata all’interno della villetta dopo averle tappato la bocca e presa a schiaffi. In quel momento in casa c’era solo la nipote di 7 anni. Subito dopo la prima aggressione, in casa è entrato un altro uomo, complice del finto corriere ed entrambi si sono coperti l’uno con una parrucca e l’altro con un fazzoletto. Hanno chiesto alla donna dove si trovasse la cassaforte e hanno anche sfilato un cellulare dalle mani della bambina. Quando hanno verificato che nell’abitazione non c’erano elementi di valore, sono fuggiti. A quel punto l’anziana ha prima tranquillizzato la nipote e poi è uscita di casa chiedendo aiuto. Quindi è partita la chiamata ai carabinieri che hanno avviato le indagini del caso. Secondo la donna, i due finti corrieri sapevano dei movimenti intorno a quell’abitazione visto che in quel momento non c’era il marito e nemmeno i due figli che risiedono dietro quella casa.

Condividi:

Ultimi Articoli