Carabinieri Chiari

Raffica di furti nei cimiteri

Nella notte fra martedì 2 e mercoledì e maggio a Credaro una banda di malviventi ha sottratto i vasi portafiori in rame dal locale cimitero. In tutto sono una settantina le tombe oggetto di furto.

Alle prime ore di mercoledì 3 maggio l’amara sorpresa: rubati i vasi sui loculi, con i fiori gettati a terra. Una vera e propria razzia che, oltre ai numerosi furti registrati, ha comportato anche danni poiché due urne sono state gravemente rovinate nel tentativo di asportare gli elementi di rame presenti sulla tomba. Sul posto per un sopralluogo e per i rilievi del caso sono intervenuti i Carabinieri di Sarnico. In zona però non vi sono telecamere di sorveglianza: dalle modalità del furto appurate dai Carabinieri, dovrebbe trattarsi di un gruppo di almeno due o tre persone, che ha agito dopo la chiusura del cimitero, che avviene alle ore 20.00, come da regolamento comunale. L’ultimo episodio si aggiunge ad altri casi analoghi nelle scorse settimane verificatisi nella zona del Sebino e della Val Calepio: a fine marzo i ladri avevano colpito nel cimitero di Tagliuno, dove erano riusciti a rubare portavasi e altro materiale in rame per un valore complessivo di circa cinquemila euro. Altro furto, con danni alle tombe, solo qualche giorno dopo, anche a Paratico.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli