Carabinieri posto blocco

Raffica di arresti in Vallecamonica

I Carabinieri del comando di Breno hanno arrestato due spacciatori e recuperato bici di alto valore e PC rubati a Pisogne, furto per il quale è finito nei guai un tossicodipendente di Darfo.

Nella nottata del 15 ottobre i Carabinieri di Darfo B.T., hanno arrestato un marocchino 38 enne cittadino marocchino residente a Lovere ed un 59enne italiano, pregiudicato, residente a Lovere con domicilio a Darfo, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due, nel corso di perquisizioni personali e domiciliari, venivano trovati in possesso di grammi 6 di sostanza stupefacente del tipo cocaina, suddivisi in 6 dosi confezionate e pronte per la cessione, la somma di euro 570, ritenuta provento dell’attività di spaccio, un bilancino elettronico e materiale atto al confezionamento dello stupefacente. Venivano anche rinvenute n.2 biciclette da corsa, un personal computer completo di stampante e una balestra, per un valore complessivo di euro 13.000, che sono risultati il provento di un furto perpetrato in una casa di Pisogne il 12 ottobre scorso mentre i proprietari si erano assentati. Nel corso delle operazioni veniva inoltre sottoposto a perquisizione un 30 enne cittadino italiano, residente a Darfo B.T., tossicodipendente, trovato in possesso di grammi 4 circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana, che verrà segnalato agli organi competenti quale assuntore. Nella mattinata del 15 ottobre, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto per entrambi, e rinviando il processo al giorno 3 novembre prossimo.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare