Preoccupazione dei Sindaci della Valcavallina

In Bergamasca i tamponi non si riescono a fare ai tantissimi che sono in contatto con malati o positivi al Covid-19, come spiega l’assessore

L’Assessore di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo dalla Regione Lombardia, spiega che la strategia adottata è di fare tamponi ai sintomatici. Il motivo è semplice: dove questa epidemia è estremamente diffusa, come in provincia di Bergamo, non c’è la concreta capacità dei laboratori di analizzare i tamponi di tutti i possibili contagiati. C’è un collo di bottiglia, un numero massimo al giorno di possibilità di tamponi da processare. Il periodo medio di incubazione del virus è di 10-14 giorni, ma ci sono esperienze che denunciano un’incubazione fino a 27 giorni. Ora, però, acluni sindaci della Valcavalina vorrebbero adottare misure più stringenti, perché ci sono persone che pensano di poter uscire tranquillamente dopo due settimane, convinte di essere ormai immuni e non contagiose.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

autobus linea

Modifiche di percorso delle linee 3 e 9

Bergamo, 23 ottobre 2020 – ATB comunica che sabato 24 ottobre, in occasione dello svolgimento della partita di calcio “Atalanta-Sampdoria” dalle ore 13:00 alle ore