Magoni regione

Polemica sulle dichiarazioni della Magoni sul fascismo

Lara Magoni, campionessa di sci, Assessore al turismo della Lombardia, è finita nel pieno di una polemica per una dichiarazione fatta su Facebook a proposito del fascismo e di Mussolini. Dura la reazione del Movimento 5 Stelle.

In un post pubblicato sui social Lara Magoni ha preso pubblicamente le difese del Fascismo scrivendo testualmente: “Posso dirvelo? Rinnegare ciò che di buono è stato fatto è un grande errore, visto che le leggi che tutelano i lavoratori nascono proprio tutte dal fascismo. Tutti condanniamo l’eccidio del quale sono stati tutti coinvolti e per il quale c’è da vergognarsi ma ora basta combattere i fantasmi…dopo settant’anni…”. Nel suo messaggio, Lara Magoni ha postato anche un’immagine di un telegramma inviato da Mussolini per comunicare al senatore Agnelli che “…nei nuovi stabilimenti Fiat devono esserci comodi e decorosi refettori per gli operai” perché “l’uomo non è una macchina adibita ad un’altra macchina…”. La risposta più immediata e dura viene da Dario Violi, Movimento 5 Stelle, che dichiara: “E’ un’indecenza che una figura istituzionale si permetta di fare propaganda fascista. In campagna elettorale sono partiti con la razza bianca per poi passare a celebrare l’inesistente ‘fascismo buono’. Ma quale ‘fascismo buono’, non riescono nemmeno a far arrivare i treni in orario. Magoni e Fontana farebbero meglio a scusarsi coi lombardi e iniziare a lavorare seriamente”.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Un corso per la cosmesi naturale

Nell’ambito della rassegna “Estate nel Parco 2021”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello, gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune