Pizzeria trovata aperta a Rezzato, c’era persino un lavoratore in nero

Una pizzeria di Rezzato è stata trovata aperta dagli uomini della Guardia di Finanza del Comando provinciale di Brescia, nonostante il divieto governativo: multato il titolare e chiuso il locale,

Secondo le normative attuali, gli esercizi commerciali di ristorazione possono solo effettuare consegne a domicilio, mentre la pizzeria in questione, gestita da un cittadino egiziano, era aperta con l’insegna luminosa accesa a favore di clienti. Da un rapido controllo è emerso che nel locale era presente un lavoratore in nero. Le Fiamme Gialle hanno così disposto la chiusura di 5 giorni del locale e multato il pizzaiolo: l’ammenda può arrivare fino a 3mila euro, alla quale si aggiungerà quella per il dipendente non in regola (da un minimo di 1.800 a un massimo 10.800 euro). La Prefettura potrà ora decidere se estendere la sospensione per un mese intero.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

autobus linea

Modifiche di percorso delle linee 3 e 9

Bergamo, 23 ottobre 2020 – ATB comunica che sabato 24 ottobre, in occasione dello svolgimento della partita di calcio “Atalanta-Sampdoria” dalle ore 13:00 alle ore