Trenord Vallecamonica

Più sicura la Ferrovia Brescia-Iseo-Edolo

Installato su tutta la linea Brescia-Iseo-Edolo il SSC, Sistema di supporto alla condotta per la circolazione ferroviaria. Si tratta di un sistema di sicurezza.

I sistema consente di controllare e modificare il comportamento dei macchinisti nel caso in cui il treno superi la velocità consentita e prevista in alcuni punti della linea; nell’ipotesi in cui il macchinista non si attenga ai segnali che si trovano lungo il percorso il sistema interviene autonomamente azionando la frenata automatica. Si tratta di un meccanismo in più che garantisce la sicurezza dei passeggeri che transitano sui 108 chilometri da Brescia a Edolo. Fino ai giorni scorsi questo sistema di sicurezza era attivo solo sui due tratti Brescia-Iseo (26 chilometri) e Iseo-Pisogne (22 chilometri). D mercoledì 27 dicembre il dispositivo è stato attivato anche sul resto della linea, sia tra Pisogne e Edolo che tra Bornato e Rovato: tutto per un investimento complessivo di 7 milioni di euro parte di un finanziamento di ben 45,3 milioni da Regione Lombardia per l’intera rete Ferrovienord. In questo finanziamento è compreso anche l’attrezzaggio dei treni più vecchi per rendere funzionante la nuova tecnologia. L’Scc non è l’unica misura di sicurezza di cui la Brescia-Iseo-Edolo dispone. Già da alcuni anni infatti, l’intera rete di Ferrovienord è coperta da sistemi di segnalamento e regolazione della circolazione Come quelli in uso sulla Reteferroviaria italiana tra cui il Blocco automatico a correnti codificate (Bacc) e il Blocco conta assi (Bca), entrambi sistemi di rilevamento in grado di fornire precise segnalazioni al macchinista con ogni condizione. A partire da ieri dunque più sicurezza sull’intera linea Brescia-Iseo-Edolo di Ferrovienord con l’attivazione del Sistema di Supporto alla Condotta (SSC).

 

 

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli