“Piermario sempre con noi”.

L’Atalanta ha ricordato Piermario Morosini, cresciuto nel suo settore giovanile, nell’ottavo anniversario della morte in campo per una cardiomiopatia aritmogena.

Il 14 aprile 2012, a Pescara, veniva a mancare Piermario Morosini. Sono passati otto anni, mai passerà il suo ricordo, sempre e più che mai vivo. Piermario è nel cuore del Presidente Antonio Percassi e di tutta la famiglia Atalanta. Morosini, bergamasco di città del quartiere Monterosso, poco a nord dello stadio, vestiva la maglia del Livorno, in serie B, dopo aver giocato precedentemente con Udinese, Bologna, Vicenza, Reggina e Padova facendo la trafila nelle nazionali azzurre dall’Under 17 all’Under 21. In nerazzurro vinse il campionato Allievi Nazionali nel 2002 senza mai esordire in prima squadra. Nato il 5 luglio 1986, era approdato all’Atalanta a 9 anni dopo i primi calci nella Polisportiva Monterosso. Morosini aveva perso nel 2001 la madre Camilla, nel 2003 il padre Aldo e l’anno dopo il fratello. Gli restava solo la sorella, anche lei malata, Maria Carla.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli