Carabinieri Zogno.jpg

Picchia il padre e lo costringe a comprare cocaina

Un’altra triste storia di violenza e di dipendenza, che coinvolge un altro padre bresciano – come già a Orzinuovi, e proprio in questi giorni – travolto dalla rabbia del figlio che si approfittava di lui, costringendolo a una condizioni di semi-schiavitù tra botte, minacce e umiliazioni. Stavolta è successo a

A Castenedolo i Carabinieri hanno arrestato un 44enne accusato di estorsione e maltrattamenti: l’uomo ha seri problemi di dipendenza dalla cocaina: dopo un lungo periodo di disintossicazione, era da poco ricaduto nel tunnel della droga. A causa del suo consumo smodato di sostanze aveva perso anche il lavoro. Rimasto pure senza automobile, avrebbe costretto il padre ad accompagnarlo dal pusher per acquistare la sua dose. Il papà, stremato, si sarebbe dunque rivolto ai carabinieri denunciando l’accaduto. I militari dopo una serie di accertamenti hanno arrestato il figlio, che è già stato trasferito in carcere in attesa di processo. Negli ultimi mesi il 44enne avrebbe costretto con la forza il padre a consegnargli i soldi, dopo che quest’ultimo si sarebbe rifiutato una volta svelata la sua dipendenza dalla “coca”. Botte e minacce avrebbero accompagnato il vivere quotidiano. Nel silenzio di una famiglia che sperava di poter uscire dall’incubo. Fino alla prova di coraggio di un padre che ha denunciato tutto ai carabinieri.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli