Cattura

Piazzale San Paolo: c’è la rotatoria e gli attraversamenti pedonali sono in sicurezza


Sono stati completati nei giorni scorsi i lavori per la messa in sicurezza di piazzale San Paolo: un intervento importante, visto che la piazza è molto frequentata, data la presenza di una scuola, di un oratorio e della chiesa del quartiere. Gli abitanti del quartiere chiedevano da molto tempo un intervento di riordino degli spazi pedonali e la realizzazione di una rotonda al centro dell’incrocio.

L’intervento si inscrive nell’ambito di un progetto sui percorsi casa-scuola, pensato proprio per garantire maggiore sicurezza della fascia più debole sulle strade, quella dei pedoni, soprattutto in prossimità dei punti critici della città sia dal punto di vista viabilistico (intersezioni pericolose, strade molto trafficate, etc.) sia sotto l’aspetto dell’elevata concentrazione di pedoni (scuole, supermercati, fermate bus, parchi pubblici, etc.).


IL VIDEO 

[bt_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=EWE6bJLB_SE&feature=youtu.be” width=”600″ height=”400″ responsive=”yes” autoplay=”yes”][/bt_youtube]


A San Paolo quindi è stata realizzata una rotatoria sull’omonimo piazzale, e il senso unico di marcia è stato istituito in via dell’Era in direzione della rotatoria Buttinone. “Su quel che prima era uno spazio indefinito, causa anche di pericolose manovre e incidenti, siamo intervenuti realizzando una rotatoria, ampliando i marciapiedi, inserendo percorsi tattili e rendendo a senso unico via dell’Era” spiega l’Assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla, “Era essenziale mettere in sicurezza questo luogo per via della forte presenza di bambini e ragazzi, data la vicinanza con le scuole e la parrocchia: questo intervento fa parte di una serie che mirano a mettere in sicurezza percorsi casa-scuola in diversi punti della città”.

“Gli interventi sul quartiere non sono finiti qui: sono infatti previsti incontri con la Rete Sociale per discutere della zona di via Scuri e via Gaudenzi” aggiunge l’Assessore alla Mobilità Stefano Zenoni, “Continua dunque il confronto con il quartiere, e questo intervento rappresenta solo il primo passo”.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli