Panico in Ospedale a Esine per ubriaco

Un 37enne di Esine ijn evidente stato di ubriachezza ha seminato il panico prima in paese e poi al Pronto soccorso del locale Ospedale.

L’uomo è entrato dalla porta finestra dell’abitazione di un amico rompendo il vetro e ferendosi; quindi ha raggiunto a piedi e sanguinante il Pronto Soccorso dell’Ospedale scatenando il panico. Infatti avrebbe rifiutato le cure mediche, riferendo a sanitari di essere lì solo per vedere la compagna incinta, ricoverata poche ore prima per un lieve malore. Al rifiuto dei sanitari, ha reagito con violenza: prima avrebbe gridato a squarciagola nella sala d’attesa, poi avrebbe inveito contro il personale dell’ospedale. Per riportarela calma e convincere l’uomo a farsi medicare il grosso taglio sono quindi dovuti intervenire i carabinieri di Esine, che – a fatica – sono riusciti a calmarlo, permettendo ai medici di avvicinarlo.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

I dati del virus nella bergamasca

Stando all’ultimo monitoraggio diffuso dall’Ats, dal 19 al 25 gennaio in Bergamasca si sono contati 19.191 nuovi casi, contro i 20.969 della settimana precedente, ossia

Il giorno della memoria

Oggi 27 gennaio è il Giorno della Memoria, istituito per ricordare lo sterminio e la persecuzione del popolo ebraico e dei deportati militari e politici