Tentata strage.jpg

Ousseynou Sy era stato condannato per molestie su minori

Emergono particolari inquietanti sulla vita di Ousseynou Sy, l’autista di 47 anni di origini senegalesi, ma cittadino italiano, che lunedì ha sequestrato 51 bambini e li ha tenuti in ostaggio fino a Milano, ha poi dato fuoco all’autobus, ha paralizzato un Paese intero minacciando una strage, per fortuna senza riuscirci e senza nessun ferito. Ma in tanti ora s’interrogano sull’opportunità di far guidare il pullman di una scolaresca a un uomo con diversi precedenti penali.

Nel 2007 era stato fermato a Orzinuovi per guida in stato di ebbrezza. Di recente la condanna per violenza sessuale nei confronti di una ragazzina che all’epoca aveva solo 17 anni. Ousseynou stava guidando un autobus di linea, quando è rimasto da solo con la ragazzina. Aveva fermato il mezzo e si ara avvicinato a lei, fino a palpeggiarla. I fatti risalgono ormai a più di otto anni fa. Ma la condanna definitiva è arrivata solo alla fine dello scorso novembre, con la sentenza della Corte di Cassazione a 1 anno e 2 mesi di reclusione. Dopo l’accaduto Ousseynou è ovviamente in carcere: è accusato di tentata strage, sequestro di persone, incendio e resistenza con l’aggravante del terrorism

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare