Eliambulanza Brescia

Oltre 120 persone soccorse in 24 ore

Intensa giornata di lavoro per il sistema del 118 della Lombardia quella di mercoledì 17 agosto: ben 10 interventi con elicotteri in varie località della Regione, soprattutto in zone impervie, ma anche per malori, incidenti stradali e infortuni sul lavoro.

Al Pian della Regina di Cevo per soccorrere un 70enne in difficoltà e sul Pizzo Camino per un infortunato. Quindi a Moggio per soccorrere un escursionista e a Branzi dove purtroppo un 60enne ha perso la vita. Alle 11.15 a Costa Volpino per trasportare a Bergamo un ciclista ferito, alle 13.00 a Palazzolo dove in un infortunio sul lavoro ha perso la vita un 65enne, alle 15.00 a Lentate sul Seveso per soccorrere un ciclista e alla 17.00 a Tavazzano per un grave incidente stradale dove sono state coinvolte 4 persone. Quindi alle 17.30 a Mairano per un infortunio sul lavoro che ha visto coinvolto un 34enne ed alla stessa ora in località impervia della Val d’Intelvi per soccorrere un escursionista, alle 17.40 a Mezoldo per un altro escursionista ferito e alle 18.30 per soccorrere un 48enne lungo la strada del Crocedomini colpito da malore acuto, Nelle operazioni sono intervenuti gli elicotteri di Brescia, Bergamo, Como, Milano e Sondrio. Sono state soccorse complessivamente 15 persone, due delle quali purtroppo erano decedute all’arrivo dell’elicottero. Il costo stimato complessivo delle operazioni di intervento si aggira sui 30mila euro. A questi delicati e difficili interventi, si aggiungono gli oltre 80 registrati tra Bergamo e Brescia nel corso delle 24 ore, con ambulanze da terra, idroambulanze e automediche, che hanno prestato soccorso ad oltre 100 persone.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

I dati del virus nella bergamasca

Stando all’ultimo monitoraggio diffuso dall’Ats, dal 19 al 25 gennaio in Bergamasca si sono contati 19.191 nuovi casi, contro i 20.969 della settimana precedente, ossia

Il giorno della memoria

Oggi 27 gennaio è il Giorno della Memoria, istituito per ricordare lo sterminio e la persecuzione del popolo ebraico e dei deportati militari e politici