Cerca
Close this search box.
Nuovo Centro Polifunzionale di Emergenza della Protezione Civile

Nuovo Centro Polifunzionale di Emergenza della Protezione Civile

La Provincia di Brescia ha intrapreso un’operazione immobiliare nell’ambito della razionalizzazione del proprio patrimonio, acquisendo un complesso edilizio indipendente e interamente cintato per ospitare varie strutture provinciali al fine di migliorare la gestione, custodia e manutenzione del patrimonio immobiliare.

Il nuovo Centro Polifunzionale di Emergenza (CPE) della Protezione Civile è stato progettato per la classe d’uso IV, ovvero costruzioni con funzioni pubbliche o strategiche importanti, in conformità alla normativa antisismica. Il progetto, cofinanziato da Regione Lombardia per un importo di 1 milione e 250 mila euro, è stato realizzato senza incremento della SLP presente sul lotto, in conformità alle Norme Tecniche Attuative del PGT del Comune di Roncadelle. Nonostante la deroga al PGT, il progetto è stato approvato all’unanimità dal Consiglio comunale di Roncadelle del 23/12/2021.

L’edificio è stato costruito con elementi prefabbricati in calcestruzzo armato e copertura piana, per una superficie coperta di 1200 mq. Il centro è composto da una zona magazzino, di dimensioni 70×15 metri, con altezza minima di 7,3 metri, dotata di mensole solidali ai pilastri prefabbricati per il sostegno delle vie di corsa delle travi carroponte con portata utile di 5 ton, e una zona uffici multipiano (PT e 1° piano) di dimensioni 10×15 metri.

La zona magazzino offre una superficie utile di deposito di circa 1000 mq, con sette accessi carrai di ampie dimensioni (5×5 metri), in grado di ospitare al chiuso i mezzi della colonna mobile, anche quelli dotati di gru di carico, e di garantire spazi per l’immagazzinamento delle attrezzature. In considerazione della sua destinazione strategica, il magazzino è dotato di sistemi di rilevazione e spegnimento incendi di tipo “sprinkler” (collegamento alle vasche di accumulo realizzate nell’interrato dell’edificio esistente), un gruppo elettrogeno e pannelli fotovoltaici accorpati a quelli sull’edificio esistente.

La zona uffici è disposta su due livelli con una superficie utile di circa mq 125 per piano (al netto di vano scale e montacarichi). Per questa zona si è puntato sulla versatilità, destinando oltre 80 mq per piano a locali “open-space”, da organizzare in base alle esigenze delle attività; sono poi presenti una zona di accoglimento e smistamento materiali e una sala per il ricevimento (fino a 45 persone) per lo svolgimento di corsi o briefing, ecc.
Al piano terra sono previsti accessi a raso con larghezza m 1,20 sia dall’esterno che dal magazzino, in modo da permettere il passaggio dei transpallet; è presente un montacarichi per il trasporto di materiale al piano primo oltre che per l’abbattimento delle barriere architettoniche.
Per quanto riguarda le attività permanenti e/o rutinarie sono stati ricavati al piano terra un locale ristoro e gli spogliatoi (divisi per sesso e con presenza di bagno a norma L.13/89), mentre al piano primo è stato ricavato un deposito chiuso. La struttura è dotata di un’area esterna di circa 3.000 metri quadri.

Condividi:

Ultimi Articoli

Profumi di Collina

Domenica 26 maggio la Collina del lago sarà teatro della manifestazione «Profumi di Collina – A spasso con Solferino» promossa dalla Pro Loco. La manifestazione