Note a memoria: concerto a Mezzoldo per ricordare Raimondo Balicco

Un ricordo in musica in un giorno di festa, nella Mezzoldo che ha servito fino alla fine. Si è tenuto nel tardo pomeriggio di Ferragosto il concerto del Quintetto Fiati Orobie nell’ambito della rassegna Suoni in Estate, a ricordo del sindaco Raimondo Balicco, morto a 77 anni nel marzo 2020 a causa del Covid 19. “Nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia – scrivono gli organizzatori – la rassegna non si ferma; consapevole del ruolo di primo piano che la musica e le occasioni di incontro svolgono nella qualità della vita di ogni persona, nel pieno rispetto delle misure di contenimento della pandemia (distanziamento tra musicisti, distanze di sicurezza tra musicisti e pubblico, utilizzo di tutti i dispositivi di sicurezza)”.

Raimondo Balicco aveva legato la propria esistenza alla montagna. Nato a Mezzoldo nel 1942, Raimondo Balicco era padre di due figli, Paolo e Alessio, e risiedeva da qualche anno ad Almè con la moglie Ausilia. Il suo cuore e il suo impegno erano tutti per l’Alta Valle Brembana, percorsa per decenni nelle vesti di ispettore del Corpo Forestale, dopo averne esplorato sentieri e pendii da campione della Corsa in Montagna e dopo averne seguito sviluppo e dissesto da assessore e presidente dell’Assemblea in Comunità Montana, da consigliere in Provincia e da componente del Cda del Consorzio Bim Bacini Imbriferi. In famiglia (anche il fratello Marco era ottimo atleta, ad entrambi è ora dedicato il locale Rifugio) il tricolore e i colori dell’iride erano di casa, sia per gli allori individuali e a squadre, sia per il fatto che Raimondo dal 1985 al 2012 aveva rivestito la carica di commissario tecnico Fidal della Squadra Nazionale di Corsa in Montagna.

A Mezzoldo era stato eletto sindaco nel 2002 e rieletto cinque anni dopo, mentre nel 2012 aveva lasciato il testimone a Domenico Rossi prima di essere nuovamente eletto nel 2017.
Ad unirsi nel ricordo di Balicco ci saranno cittadini, villeggianti, amministratori e, fra i concertisti, anche Alessandro Valoti (corno) figlio di Giorgio sindaco di Cene, pure morto a causa del Covid e alleato di Balicco in tante battaglie per la gente delle Valli. A completare il Quintetto Orobie saranno Pierandrea Bonfadini, flauto, Marino Bedetti, oboe, Fabio Ghidotti, clarinetto e Oscar Locatelli, fagotto.

Lunedì 16 Agosto alle 20.45 nuovo appuntamento a Costa Serina, presso la Chiesa di San Lorenzo, con musiche di Gershwin, sempre proposte dal Quintetto Orobie.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Nuova scossa di terremoto

Trema ancora il Sebino. A cinque giorni dalla scossa di Corte Franca ed a 1 mese dalla scossa che ha avuto come epicentro Bonate Sotto,