Non basta la distanza di un metro tra le persone se c’è vento

Physics of Fluids, una rivista scientifica americana realizzata da AIP Publishing, ha pubblicato uno studio sull’analisi, nel dettaglio. del comportamento delle goccioline emesse da un soggetto che tossisce in assenza di vento, con vento leggero e moderato. Gli esperimenti sono stati condotti con una temperatura ambiente di 20° e il 50% di umidità.

Dallo studio emerge che, in caso di totale assenza di vento, due metri siano una distanza sicura. Anche la misura di distanziamento in vigore in Italia (di un metro) sarebbe sicura, dato che dopo 49 secondi dal colpo di tosse tutte le goccioline non hanno ancora superato la distanza di un metro dalla bocca. In presenza di vento leggero a 4 km/h è stato evidenziato come la distanza dei due metri non sia sufficiente, perché le goccioline possono spostarsi fino a 6 m di distanza in soli cinque secondi. Infine, con vento che aumenta da 4 a 15 km/h, le goccioline di saliva si allontanano più velocemente e raggiungono i 6 m in 1,6 secondi, con una dispersione ancora maggiore. Questo studio indica che a velocità di vento leggera, l’esposizione alla “nuvola di goccioline” può essere più lunga, aumentando il rischio di trasmissione del virus.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli