Daina

Nigeriana uccisa in camera d’albergo a Bottanuco

Una nigeriana di 37 anni è stata ammazzata da un 62enne di Bottanuco in una camera dell’hotel Daina di Dalmine nella mattinata di sabato 20 gennaio. L’uomo ha confessato di essere l’autore dell’omicidio ed è stato arrestato.

La dinamica è ancora al vaglio dei carabinieri di Treviglio, coordinati dal sostituto procuratore Letizia Ruggeri. I due si danno appuntamento all’albergo lungo la strada provinciale del paese dell’hinterland venerdì 19 dicembre. Lui arriva a bordo della sua Vespa 50 da Bottanuco, lei in bicicletta da Osio Sotto dove risiede. Da alcuni mesi hanno una relazione, ma lei la vuole interrompere. La nigeriana era la badante dell’anziana madre del 62enne, morta un anno fa. Dopo aver chiesto una camera alla reception, salgono e trascorrono la notte insieme. La mattina seguente, intorno alle 10.30, al culmine dell’ennesima discussione, l’uomo estrae la pistola automatica che detiene legalmente e uccide la donna: subito dopo chiama i carabinieri che accorrono sul posto dove l’omicida si consegna senza opporre resistenza. Viene arrestato e portato in caserma a Treviglio per essere interrogato dal magistrato per fare piena chiarezza.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare