Nei guai due veterinari bresciani

Lo scorso 13 febbraio due medici veterinari sono stati condannati dal Tribunale di Brescia, il primo a un anno e sei mesi, mentre il secondo a due anni, con le accuse di aver attestato controlli su animali mai realmente effettuati.

Uno dei due è stato condannato anche per aver minacciato un collega dell’ATS di Brescia, mentre l’altro per maltrattamenti sugli animali. Verso i due sono stati avviati anche procedimenti disciplinari per reati avvenuti nel macello Italcarni di Ghedi e in un allevamento di cani a Isorella. Il provvedimento, avviato dall’ordine dei veterinari di Brescia, potrà avere conseguenze più o meno gravi, che vanno dalla sospensione alla radiazione. La Lav (Lega anti vivisezione), informata dallo stesso ordine, in un comunicato spiega: “Il procedimento disciplinare dovrà appurare se i due veterinari, sulla base delle sentenze del tribunale, sono “colpevoli di abusi nell’esercizio della professione” e se con la loro condotta hanno compromesso gravemente la loro reputazione e la dignità della classe sanitaria”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

San Fermo Trail si disputa in agosto

San Fermo Trail, dopo un anno sabbatico causa Covid,ritorna domenica 22 agosto sull’Altopiano del Sole con due importanti novità per la vigilia della gara: una

Nuovo logo per promuovere Parre

L’Agenzia Lino Olmo Studio di Onore si è aggiudicata il concorso per la creazione del logo turistico di Parre, lanciato dal Comune della Val Seriana

Incidente, con un ferito, a Pisogne

Un incidente stradale si è verificato nel primo pomeriggio di oggi, sabato 15 maggio,  in territorio di Pisogne Alle ore 14:10, in via Milano un’auto