Morto lo scialpinista precipitato in un canalone a Lizzola

Non ce l’ha fatta Emilio Castelletti, l’alpinista precipitato in un canalone nella zona del passo della Manina sopra Lizzola.

Sabato11 marzo si era recato in compagnia di un’amica a Valbondione e partendo da Lizzola era arrivato al percorso di scialpinismo tra il passo della Manina e il Monte Sansa. Poco prima delle 10 era finito fuori pista precipitando in un canalone per una decina di metri. Aveva 57 anni, originario di Clusone, sposato e padre di due figli. Di professione falegname. Sul posto era attivato l’elicosoccorso, e nel frattempo erano stati allertati anche i volontari del Soccorso alpino per raggiungere via terra il luogo dove era finito l’alpinista. Le condizioni del 57enne sono apparse subito molto critiche: trasportato al Papa Giovanni XXIII era stato subito sottoposto a un delicato intervento chirurgico per ridurre il trauma, ma con il trascorrere delle ore la situazione è peggiorata e nella mattinata di martedì 14 marzo il suo cuore ha cessato di battere.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli