Baita Cassinelli.jpg

Morto il volontario CRI colto da grave malore in Presolana

Maurizio Brambilla, il 59enne volontario della Croce Rossa che sabato 26 ottobre era stato colto da un malore mentre era sulla Presolana, non ce l’ha fatta: è morto all’ospedale Papa Giovanni di Bergano, dove era stato ricoverato in codice rosso.

Il 59enne di Colognola, impiegato in pensione e volontario della Cri di Bergamo dal 2002, è morto nel reparto di terapia intensiva, dove era stato trasportato in elicottero. Maurizio Brambilla, era anche tesserato Aido e donatore Avis, e ha donato le cornee e i tessuti. Sabato mattina Maurizio Brambilla, con alcuni volontari, era andato a percorrere il sentiero «Calvario» che dal Passo della Presolana porta alla Cappella Savina, a 2.050 metri di quota e doveva salire sopra il Bivacco Città di Clusone dove era in programma la posa della statua della Madonna dei Piccoli, la Madonnina dei bambini dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Verso le 10,20, mentre era in compagnia di altri volontari della Cri lungo il sentiero, si è accasciato: i soccorritori che erano in zona per l’evento avevano attuato le prime manovre di rianimazione, mentre veniva chiesto l’intervento dell’elicottero del 118 con cui Maurizio Brambilla era stato trasferito a Bergamo, dove è stato sottoposto alle procedure d’urgenza. Ma purtroppo anche i tempestivi e delicati interventi praticati non sono riusciti a salvargli al vita.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli