Mortale all’alba sulla ss42 a Esine

Incidente mortale questa mattina poco dopo le 7.00 sulla statale 42 all’altezza della base elicotteristica di Eli Fly nelle vicinanze dell’area di sosta Toroselle in comune di Esine.

Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri intervenuti sul posto, una BMW color grigio metallizzato con targa rumena condotta da un cittadino rumeno di 60 anni, Maxim Florinel, residente a Cividate Camuno in via Cortiglione, che scendeva verso sud in fase di sorpasso è andata ad impattare violentemente contro un furgone telonato Fiat Iveco condotto da un 63enne, abitante in provincia di Verona che procedeva verso nord: nel terribile frontale il furgone si è inclinato su un fianco: il guard rail ha evitato che finisse nella scarpata sottostante; quindi la Bmw ha colpito anche una Golf scura condotta da una 58enne camuna che procedeva verso nord. Immediato l’allarme lanciato dagli automobilisti in transito: sul posto sono giunti i Carabinieri dell’aliquota radiomobile di Breno con i colleghi della stazione di Esine, i Vigili del Fuoco di Darfo, l’ambulanza di Camunia Soccorso, l’automedica e l’elicottero del 118 da Como. Ai soccorritori è apparso subito chiaro che per il rumeno 60enne non c’era più nulla da fare: era incastrato tra le lamiere dell’auto senza vita. Quindi è stato soccorso il 63enne alla guida del furgone, che è stato stabilizzato e caricato a bordo dell’elicottero che lo ha trasferito in volo al Papa Giovanni di Bergamo in codice rosso. La donna alla guida della Golf è stata trasferita dall’ambulanza da terra di Camunia Soccorso in codice giallo al vicino ospedale di Esine. Nel frattempo la statale 42 è rimasta completamente chiusa al traffico per permettere i soccorsi ed i rilievi di legge. Sul posto anche i tecnici di Anas. La salma dell’uomo è stata ricomposta nella sala mortuaria dell’Ospedale di Esine a disposizione della famiglia che ha fissato il funerale in Romania dove farà rientro in queste ore. A Cividate viveva con la moglie, la figlia, il genero ed un nipotino.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare