Cerca
Close this search box.

MILANO CORTINA 2026 NELLE SCUOLE: I GIOCHI INVERNALI PER LE NUOVE GENERAZIONI

Iniziamo con questo servizio ad approfondire l’argomento delle Olimpiadi e Paraolimpiadi 2026. Il titolo dato a questo evento sportivo che attirerà l’attenzione di appassionati di tutto il mondo è Milano – Cortina 2026 ma coinvolgerà anche il nostro territorio. Cominciamo ad inquadrare lo scenario in cui si svolgeranno le gare

MILANO

Stadio Meazza, Palaitalia Santa Giulia; Hockey Su Ghiaccio; Para Ice Hockey; Forum Di Assago; Short Track; Pattinaggio Di Figura; Piazza Duomo; Rho Fiera Milano; Pattinaggio Di Velocita; Hockey Su Ghiaccio

CORTINA D’AMPEZZO

Olympia Delle Tofane; Sci Alpino; Para Sci Alpino; Para Snowboard; Cortina Olympic Stadium; Curling; Wheelchair Curling

VERONA

Arena Di Verona

VAL DI FIEMME

PREDAZZO SKI JUMPING STADIUM; SALTO CON GLI SCI; COMBINATA NORDICA; TESERO CROSS-COUNTRY SKIING STADIUM; SCI DI FONDO; COMBINATA NORDICA; PARA CROSS COUNTRY-SKIING; PARA BIATHLON

VALTELLINA

LIVIGNO; Freestyle Skiing; Snowboard

BORMIO; Sci Alpino; Sci Alpinismo

ANTERSELVA; Südtirol Arena (Anterselva / Antholz); Biathlon

 

 

OLIMPIADI PER LE SCUOLE

Un ciclo di giornate educative nelle scuole secondarie di I e II grado finalizzate a promuovere – in collaborazione con il CONI – i valori dello sport e il racconto del percorso verso Milano Cortina 2026

Lo spirito di squadra, l’impegno per raggiungere un obiettivo, il significato dell’inclusione, il potere dell’amicizia. Lo sport ha in sé messaggi e valori universali applicabili ben oltre il campo di gara. Trasmetterne l’importanza è l’obiettivo di “Milano Cortina 2026 nelle scuole”, il progetto del programma Education GEN26 che vuole portare le Olimpiadi e le Paralimpiadi nelle classi di tutta Italia. Un ciclo di giornate educative nelle scuole secondarie di I e II grado finalizzate a promuovere i valori dello sport e il racconto del percorso verso Milano Cortina 2026. Tutto il progetto è realizzato in collaborazione con il CONI e con il supporto dei Comitati Regionali. Attraverso le storie dei protagonisti, le esperienze degli organizzatori e le testimonianze degli atleti, gli studenti e le studentesse delle scuole d’Italia (circa 4,5 milioni di giovani) saranno coinvolti nell’evento più importante che l’Italia ospiterà nei prossimi anni.

La proposta educativa

Un viaggio che ha già toccato diverse regioni italiane, da Nord a Sud. La squadra è sempre composta da una rappresentanza del team della Fondazione Milano Cortina 2026 e da una selezione di atleti Coni provenienti dai territori coinvolti. L’obiettivo è raccontare alle studentesse e agli studenti delle scuole secondarie di I e II grado il progetto delle Olimpiadi e Paralimpiadi italiane, trasmettere l’importanza e le opportunità di ospitare i Giochi nel proprio Paese e testimoniare – attraverso la presenza dei Campioni Azzurri – l’importanza dello sport e dei suoi valori. Una proposta educativa che sensibilizza, forma, informa e affianca la scuola nella missione di far scoprire, conoscere e valorizzare l’importanza dell’attività fisica e il potere del messaggio Olimpico e Paralimpico.

I territori protagonisti

Nei primi tre mesi di lancio del progetto  sono state tredici su venti le Regioni che hanno ospitato almeno una tappa dell’iniziativa: dall’Emilia Romagna alla Campania, dalla Valle d’Aosta alla Sardegna, dalla Toscana alla Puglia.  Bari ha ospitato la tappa inaugurale del progetto: a coinvolgere studentesse e studenti c’era il Team della Fondazione Milano Cortina 2026 guidato dalla pattinatrice Olimpica Valentina Marchei, e il campione Olimpico di taekwondo Carlo Molfetta.

IOC YOUNG LEADER A GENOVA PER MILANO CORTINA

Grande emozione nella tappa di Genova, dove tre grandi atleti sono tornati tra i banchi del loro liceo per raccontare come lo sport ha cambiato loro la vita: con Domenico De Maio – Education Director di Milano Cortina 2026 – e Valentina Marchei, c’erano la vicepresidente CONI Silvia Salis, l’Azzurra del nuoto sincronizzato Marta Murru e Nicolo Di Tullio, atleta genovese e IOC Young Leader impegnato a livello internazionale per promuovere sport e sostenibilità. Chiusura invece in Val d’Aosta, a Courmayeur, due grandi Campioni degli sport Invernali: Federica Brignone e Federico Pellegrino e la presenza del Presidente del CONI e della Fondazione Milano Cortina 2026 Giovanni Malagò.

Condividi:

Ultimi Articoli

Inaugurata la ciclovia Bergamo – Brescia

Inaugurata oggi pomeriggio, 13 aprile, la ciclovia Bergamo-Brescia: 76 chilometri attraverso 28 comuni delle due province.  Si tratta di un’opera molto attesa soprattutto dagli appassionati

ambulanza montagna.jpg

Investito dalla sua auto muore un 73enne

Investito dalla sua auto, un 73enne di Vertova, Francesco Zucclini, meglio conosciuto come Franco, ex muratore e camionista in pensione,  ha riportato ferite gravissime che