Esplosione Vigolo

Martinelli trasferito da Bergamo al Niguarda

Giovanni Martinelli, agricoltore 57enne di Vigolo, è stato trasferito dal papa Giovanni di Bergamo al centro grandi ustioni del’Ospedale Niguarda di Milano. Mercoledì 11 luglio l’agricoltore di Vigolo era rimasto ustionato e ferito dall’esplosione causata da una fuga di gas fuoriuscito dalle bombole all’interno della sua cascina in località Seradì della Bratta.

Martinelli era entrato nella cascina e aveva acceso la luce: immediatamente era stato investito da una forte esplosione che lo aveva colpito in pieno, procurandogli ferite ed ustioni su gran parte del corpo. Il locale, infatti, era saturo di gas fuoriuscito dalla bombola di alimentazione del fornello. Immediati i soccorsi allertati da altri agricoltori della zona. Martinelli era stato subito trasportato a Bergamo in eliambulanza ed era stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva da dove i medici hanno ritenuto opportuno trasferirlo nel centro specialistico del nosocomio di Milano. Se la caveranno invece con pochi giorni di ospedale e riposo i due soccorritori rimasti feriti quando il pick-up sul quale si trovavano era finito fuori strada mentre rientravano dalle operazioni di soccorso. Il caposquadra dei vigili del fuoco di Bergamo, Giuseppe Vitali, si trova al Civile di Brescia, dive era stato trasferito in elicottero; mentre il volontario Maurizio Vezzoli, capogruppo della Protezione civile di Vigolo, è ricoverato nel reparto di Chirurgia toracica del Papa Giovanni di bergamo.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli