Manuela Bailo 1

Manuela Bailo è stata uccisa con una coltellata alla gola

La ricostruzione dell’omicida di Manuela Bailo, Fabrizio Pasini, è falsa: la 35enne di Nave, all’alba di sabato 29 luglio, è stata uccisa da una coltellata alla gola che le ha causato la rescissione della carotide. Lo ha annunciato il procuratore capo di Brescia, Tommaso Buonanno, nella conferenza stampa tenutasi un Procura questo venerdì 24 agosto alle 12.00.

La caduta accidentale dalle scale, di cui Pasini ha parlato nella sua deposizione sull’accaduto, non è compatibile con gli accertamenti svolti sul corpo e nell’appartamento di via Allende, a Ospitaletto, dove è avvenuto il delitto. Ora il 48enne sindacalista della Uil, che ha raccontato agli agenti di una spinta accidentale sulle scale e di una caduta letale per la ragazza, è accusato di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Secondo il procuratore, infatti, Pasini ha mostrato una lucidità mentale che allontana l’ipotesi dell’incidente del delitto. Dopo aver ucciso la donna, infatti, ha impacchettato il cadavere con cura e ha trovato un posto adatto all’occultamento. Del resto le analisi con il luminol avevano allontanato la tesi della caduta, senza contare che l’autopsia aveva dimostrato come il trauma alla testa non avesse causato il decesso della 35enne. Convalidata quindi la custodia in carcere per Fabrizio Pasini.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Nasce il Monopoly in Versione Bergamo

Il Comune di Bergamo ha annunciato attraverso la propria pagina Facebook una collaborazione con il gioco in scatola più famoso del mondo. “Abbiamo concesso l’utilizzo