Lovere: 89° edizione concerti Tadini

Sabato 16 aprile sarà aperta la 89° stagione dei Concerti organizzata dall’Accademia Tadini, punto di riferimento nel panorama musicale italiano, oltre che appuntamento atteso e seguito con fedeltà dal pubblico.
La stagione è stata pianificata in sei eventi che vedranno avvicendarsi, nel suggestivo e storico Salone dei Concerti dell’Accademia, grandi interpreti di fama internazionale.
L’apertura di sabato sarà affidata al quartetto ungherese Somogyi Quartet, insieme al clarinettista Claudio Mansutti, con un programma che presenta alcuni capolavori del repertorio con musiche di Haydn, Mozart, Beethoven.
Il secondo appuntamento avrà luogo sabato 23 aprile: la serata sarà dedicata a Bach e vedrà le presenze del noto pianista Ramin Bahrami e di Marialuisa Veneziano all’organo.
Venerdì 29 aprile sarà ospite il Trio des Alpes, con Hana Kotkova al violino, Claude Hauri al violoncello e Corrado Greco al pianoforte.
Giovedì 12 maggio, in occasione dell’anniversario della morte del Conte Tadini, il pubblico avrà l’occasione unica di poter riascoltare il violino settecentesco dell’Accademia denominato “il Sebino”, con l’esibizione del famoso violinista Crtomir Šiškovič, che si alternerà in duo e da solista con Cinzia Bartoli, pianista affermata e virtuosa della tastiera.
Mercoledì 18 maggio il pubblico vedrà sul palco Marco Perini al violoncello e Claudio Piastra alla chitarra, impegnati in un programma con musiche di Vivaldi, Henze, Nin, Villa-Lobos e Bellafronte.
La chiusura della 89° Stagione sarà affidata mercoledì 25 maggio al grande saxofonista Gaetano Di Bacco che, insieme al pianista Giuliano Mazzoccante, proporrà in un programma dal titolo “Hot Saxophone” musiche di Gershwin, Decruck, Boutry, Creston.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Torna a Leffe la Fiera di San Michele

Un ritorno atteso e festante, per un appuntamento tradizionale che coinvolge l’intera comunità. In occasione dei festeggiamenti liturgici per il patrono, torna domenica 26 settembre