lombardia regina della moda

Lombardia regina della moda

Un giro d’affari di oltre 35 miliardi di euro (dei 110 complessivi generati dal comparto in Italia, che valgono il 4% del Pil); oltre 34.000 imprese attive e 230.000 addetti. E per il comparto design un’impresa italiana su quattro risulta insediata in Lombardia, dove sono circa 10.000 gli studenti iscritti alle scuole specializzate del settore. È la moda, che vede Milano regina incontrastata del nostro Paese: pesa infatti il 5% del totale nazionale per addetti ed è prima in Italia con oltre 21 miliardi di euro di giro d’affari, pari al 20% del totale. In Italia il settore conta 224.000 imprese con 846.000 addetti e un business di circa 110 miliardi. Oltre 82.000 imprese sono del settore manifatturiero tra tessile, abbigliamento, pelletteria e calzature; 18.000 si occupano di design e oltre 120.000 di commercio.

Questi i dati che emergono dall’approfondimento settimanale di #LombardiaSpeciale, pubblicato sul sito www.lombardiaspeciale.regione.lombardia.it

RICERCA NELLE FORME E NEI MATERIALI E SPINTA ALL’INNOVAZIONE – “Numeri – ha commentato l’assessore alla Moda, Turismo e Marketing territoriale, Lara Magoni – che testimoniano l’eccellenza di un territorio, la Lombardia, in settori vitali come la moda e il design. Una leadership, quella lombarda, certificata dal valore artigiano delle nostre creazioni: la cura della tradizione, con l’attenzione al particolare e la continua ricerca nelle forme e nei materiali, insieme alla spinta verso l’innovazione, sono la ricetta vincente per la competitività lombarda e nazionale. E proprio in occasione della settimana dedicata alla moda femminile, Regione Lombardia, ed in particolare il mio assessorato, dimostra ancora una volta di credere fermamente nel comparto: i nostri prodotti potranno rimanere competitivi e attrattivi a livello internazionale solo se sapremo miscelare sapientemente la genialità del nostro ‘saper fare’ con la costante ricerca ed innovazione”.

UN SETTORE CHE NON HA SMESSO DI CRESCERE – In Lombardia, dunque, sono quasi 14.000 le imprese attive nella produzione, oltre 4.000 nel design e 16.000 nel commercio (elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati registro imprese, Aida – Bureau van Dijk e Istat 2018 e 2017). Tra i territori, dopo Milano vengono Brescia (3.876 imprese e 15.000 addetti), Bergamo (3.365 imprese e 18.000 addetti), Varese (3.285 imprese e 16.000 addetti), Como (2.533 imprese e 16.000 addetti) e Monza Brianza (2.335 imprese e 9.000 addetti). Anche in questo periodo, in cui il settore ha rallentato in tutta Italia, Sondrio (+1,4%), Milano (+0,7%) e Monza Brianza (+0,4%) hanno segnato un segno positivo.

L’EXPORT VA FORTE E SUPERA IL MILIARDO AL MESE – L’export lombardo nella moda supera il miliardo al mese e solo da gennaio a giugno si è avvicinato ai 6,6 miliardi, sempre stando all’analisi della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi. Milano ha trainato con un settimo circa del totale italiano (13,3%) pari a 3,4 miliardi in sei mesi, circa mezzo miliardo al mese, +5,4%. Tra le prime 20 anche Como, 726 milioni, Bergamo e Varese con mezzo miliardo circa, Mantova e Brescia con 400 milioni. Lodi non è tra le prime venti ma è quella che è cresciuta di più (+71%). E se l’abbigliamento rappresenta un terzo delle esportazioni totali lombarde e supera i 2 miliardi, sono le borse e le calzature a registrare gli aumenti più forti: rispettivamente +14,2% e +12,2%. Le principali destinazioni? Per Milano vanno forte gli Stati Uniti, primi con 466 milioni, +18,4% seguiti da Paesi dell’estremo oriente, Hong Kong (380 milioni), Cina (363 milioni), Giappone (260 milioni). Al settimo posto anche la Corea del Sud, preceduta però da Francia e Svizzera. Per la Lombardia prima destinazione sempre gli Stati Uniti, seguiti da Francia, Hong Kong, Cina e Germania. I prodotti più esportati sono gli articoli di abbigliamento per Milano, Varese, Brescia e Monza e Brianza. I tessuti per Como, gli altri prodotti tessili per Bergamo, Cremona e Lecco, gli articoli di maglieria per Mantova, le borse e la pelletteria per Lodi e le calzature per Pavia.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli