Letizia Moratti è sotto accusa per le frasi sul Personale Sanitario Lombardo “no-vax”

Letizia Moratti è sotto accusa. Di nuovo. Questa volta a fare scalpore è stata una sua risposta ad una domanda sul personale sanitario lombardo e la percentuale vaccinata al Covid-19, rispetto a chi ancora deve ricevere il vaccino. “Per quanto riguarda la percentuale della non adesione, è all’89%“, ha commentato. Dichiarazione che qualcuno ha tradotto come11% di contrari al vaccino“.

Una chiave di lettura che ha mandato su tutte le furie alcuni rappresentanti del personale sanitario lombardo che, per patologie, controindicazioni varie o perché ha già avuto il Covid, non ha potuto o avuto bisogno di ricevere il vaccino. Ma che domanda è stata posta precisamente all’Assessora allo Welfare in Lombardia?Quanto è la percentuale di operatori sanitari lombardi no vax, diciamo, che quindi non hanno effettuato la vaccinazione?“. E la risposta è stata un elenco di numeri:Il personale sanitario ha aderito per l’89%, gli operatori non sanitari per l’83%, gli ospiti Rsa per il 91% e gli operatori RSA per l’82%”.

Senza specificare che tra chi ha “deciso” di non vaccinarsi possono rientrare anche persone con controindicazioni. E in più c’è un altro dato che sottolinea Stefano Magnone, segretario lombardo del sindacato medico Anaao-Assomed. “Quel dato dell’11% risale a due settimane fa, oggi la percentuale è certamente inferiore“. E così è nato l’equivoco che in Lombardia parte del personale medico negli ospedali è no-vax.

Al fine di tutelare l’onorabilità degli operatori sanitari, Michele Usuelli, medico e consigliere regionale di + Europa, ha depositato un documento in cui annota che la Lombardia “ha il triste primato nazionale del maggior numero di personale sanitario infettato“. Il medico ha anche proposto una campagna di informazione per spiegare ai cittadini che hanno avuto una diagnosi di positività al Covid-19 del fatto che essi non necessitano di una vaccinazione nella prima fase della campagna vaccinale.

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli