guardia di finanza 2

Le fiamme gialle contro il lavoro nero

La Guardia di Finanza di Erba ha rilevato irregolarità su scontrini e ricevute fiscali portando alla luce anche sei lavoratori in nero. Due di essi, in particolare, residenti a Valbrona e Bellagio, sono stati denunciati in quanto, pur percependo il reddito di cittadinanza, lavoravano, appunto, “in nero” presso alcuni esercizi commerciali a Bellagio e Canzo.

Attraverso le banche dati è stato possibile rilevare che i due lavoratori avevano richiesto il reddito di cittadinanza ottenendo un sussidio del valore complessivo di 2.310,00 euro relativo ai mesi di aprile, maggio e giugno. A carico dei datori di lavoro, invece, le sanzioni amministrative in caso di impiego di lavoratori percettori di reddito di cittadinanza, prevedono una maxi sanzione che va da 2.160 a 12.960 euro.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Un corso per la cosmesi naturale

Nell’ambito della rassegna “Estate nel Parco 2021”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello, gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune