Lago d’Iseo: sottoscritto il protocollo d’intesa tra Autorità di Bacino Lacuale e associazioni 118

L’obiettivo è quello di garantire la sicurezza e la tranquillità di quanti – turisti e cittadini – vorranno passare le proprie giornate sulle sponde del Lago d’Iseo. Proprio per questo, l’Autorità di Bacino Lacuale dei laghi d’Iseo, Endine e Moro ha sottoscritto un protocollo d’intesa con due associazioni di volontariato del territorio, la Croce Rossa Italiana – OPSA
Bergamo e la Camunia Soccorso, che garantiranno la propria presenza nei fine settimana – e in tutta la settimana a cavallo del ferragosto -, pronti ad intervenire in acqua e fuori per qualsiasi emergenza.

“Due associazioni importanti – ha commentato Alessio Rinaldi, Presidente di AdB – molto ben preparate, attive da tempo sul territorio e per questo garanzia di qualità e sicurezza”. Il servizio di “pronto soccorso” partirà a breve, e vedrà impegnati i volontari fino a settembre: “Presenzieranno ogni fine settimana, dal venerdì alla domenica – ha continuato Rinaldi – dalle 10 del mattino fino al tardo pomeriggio. La Crocee Rossa collabora con noi già da tempo, mentre la Camunia Soccorso è una new entry: siamo certi che i bagnanti e gli avventori del nostro splendido Lago d’Iseo sono in ottime mani”.

“La novità di quest’anno – ha spiegato Raffaello Colombo, storico Presidente di Camunia Soccorso, che dal 2016 è di stanza a Carzano di Montisola con un presidio estivo – è la possibilità di utilizzo della moto d’acqua anche durante la settimana, allestita come mezzo BLSD, ovvero con il defibrillatore a bordo. Questo permette di ottimizzare i tempi in caso di arresto cardio-circolatorio: in questi casi prima si interviene e prima si ha la possibilità di salvare vite umane. Opereremo con personale sanitario con corso di soccorritore esecutore di 120 ore, personale sommozzatori operatori di salvamento e bagnini. Saremo itineranti e faremo formazione ed informazione anche all’interno di campeggi, nei pressi delle spiagge pubbliche”.

“Il pattugliamento costante e continua – ha invece precisato Leonardo Bonzi, referente per la Croce Rossa del servizio OPSA – Operatori Polivalenti Salvataggio in Acqua, di stanza a Predore (BG) – permetterà di garantire un intervento veloce e tempestivo. L’obiettivo è quello di prevenire incidenti e infortuni. I nostri operatori sono comunque preparati al soccorso sanitario, sia in acqua che a terra”. “Gestiremo il servizio con due idroambulanze – ha continuato – ed equipaggi composti da quattro soccorritori, di cui uno farà da Comandante di Unità”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Lunghe code sulla Statale 42

Problemi al traffico anche questa mattina nel tratto tra Luzzana e Borgo di Terzo dove si sono registrate lunghe code. Il traffico molto sostenuto è

Studenti Scuola

Borse di studio per studenti orfani

La Fondazione Giuseppe e Carlo Girola ed Ida Stucchi Vedova Girola O.N.L.U.S. indice un concorso per l’assegnazione di 170 borse di studio, del valore di