logo iseo

Lago d’Iseo, Legambiente: inquinati 6 punti su 9

Sono stati presentati questa mattina, i risultati delle analisi effettuate lungo tutto il Sebino dalla Goletta del Laghi: “Sei punti su nove controllati sono inquinati o fortemente inquinati”.

Stamattina, durante Festambiente Laghi, sul lungolago di Castro, i tecnici ed i biologi della Goletta dei laghi – lo strumento usato da Legambiente per indagare le criticità dei bacini lacustri – hanno reso noti i dati dei campionamenti eseguiti sul lago d’Iseo, sia sulla sponda bergamasca che su quella bresciana.

“Sei punti su nove controllati sono inquinati o fortemente inquinati – dice la campagna di Legambiente, nelle dichiarazioni riportate da Il Giorno – e il lago d’Iseo ancora una volta mostra diverse criticità per quanto riguarda gli scarichi non depurati che finiscono nelle acque lacustri. Così sotto accusa ci sono i sistemi di collettamento insufficienti e gli scarichi fognari non depurati”..

I punti fortemente inquinati sono risultati essere quelli degli anni precedenti: la foce del Fiume Oglio a Costa Volpino, le foci del Torrenti Borlezza a Castro e del Fiume Oglio a Costa Volpino. “Occorre un intervento strutturale sul sistema della rete fognaria – ha spiegato Massimo Rota, presidente di Legambiente Alto Sebino, perché in caso di eccesso di acqua gli sfioratori di piena riversano acqua non depurata direttamente nel fiume e quindi nel lago. Il problema della mancanza di collettamento della Valle Camonica, i cui scarichi finiscono per essere trasportati dall’Oglio al Sebino, resta ancora una priorità da risolvere, ne va della salute sia dei cittadini, che fanno il bagno e pescano nelle acque del lago, ma anche dell’intero ecosistema lacustre”.

Dall’anno scorso la Goletta ha dato avvio anche all’analisi delle microplastiche presenti nel lago. “Lo scorso anno abbiamo rilevato, campionando tre diverse aree del lago, una media di 40 mila particelle per kilometro quadrato. Quest’anno il monitoraggio approfondirà l’origine e gli apporti di questo tipo di inquinamento. Un problema ancora poco conosciuto e studiato nei laghi italiani”. 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare