barca di san pietro

La tradizione della Barca di San Pietro

Nella notte tra il 28 ed il 29 giugno (festa dei Santi Pietro e Paolo) è usanza porre un contenitore riempito d’acqua su un prato o su un terrazzo e far colare nell’acqua un albume d’uovo. Al mattino seguente si dovrebbero trovare nell’acqua delle strutture, formate dall’albume, che ricordano le vele di una nave. In considerazione di come apparivano le “vele” si poteva trarre buono o cattivo auspicio di come sarebbe stata l’annata agraria. Il Santo, passando, avrebbe soffiato nel fiasco facendo apparire la sua barca.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Arte medievale nelle Alpi

La Società Storica e Antropologica di Valle Camonica organizza il X convegno I.S.T.A. (Incontri per lo Studio dei Territori Alpini) dal titolo “Arte medievale nelle

Uccisa a colpi di martello

Ancora violenza ai danni di una donna bresciana uccisa a martellate. Enzo Galesi 59enne tempo fa aveva avuto una relazione con Elena Casanova di 41