La Procura di Brescia ricorre contro l’assoluzione dei Romelli

Giacomo e Domenico Romelli, padre e figlio allevatori di Breno, dovranno tornare in tribunale. Erano stati immortalati con foto scattate in incognito mentre colpivano e uccidevano a bastonate il loro cane Moro nella malga Valfredda sopra Bazena nell’estate 2014.

Il 23 dicembre 2016 erano stati assolti a Brescia al termine del processo. Ma la procura generale di Brescia ha deciso di impugnare quella sentenza di assoluzione. Per entrambi il pubblico ministero aveva chiesto 3 anni e dieci mesi di reclusione per animalicidio, ma il giudice aveva deciso per l’assoluzione. Ora si aprirà il processo d’appello di cui la prima udienza non è ancora stata fissata. Mentre le associazioni animaliste chiedono all’autore dei noti scatti, poi pubblicati sulle testate locali e nazionali, di testimoniare al procedimento.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La Lombardia resta in zona gialla

“La Lombardia resta in zona gialla anche la settimana che comincia lunedì prossimo 17 gennaio”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana,