Bruna Calegari

La morte di Bruna Calegari: emerge l’ipotesi d’incidente

I risultati dell’autopsia sono arrivati e le ferite riportate sul corpo della vittima Bruna Calegari – la 59enne impiegata del Comune di Zandobbio trovata morta lo scorso giovedì 31 ottobre nell’ufficio tecnico in cui lavorava – paiono corrispondere a quelle di un incidente.

L’autopsia è stata eseguita nella mattinata di martedì 5 novembre all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Sul caso è stato aperto un fascicolo d’indagine per omicidio, ma i risultati autoptici mostrano che si sia trattato di un incidente. E’ probabile dunque che l’impiegata sia stata colta da un malore mentre, tenendo delle forbici in mano, era su una scaletta per prendere dei faldoni posizionati sugli scaffali e che cadendo si sia ferita fatalmente con le medesime. La donna avrebbe compiuto 60 anni a gennaio. Era nativa di Zandobbio e viveva in via Madonna della Neve con il marito Mario Borali e i quattro figli.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli