La merenda non si paga: per 4 giorni gelato gratis per i bambini

Dal 18 al 21 aprile torna l’iniziativa “La merenda non si paga”, promossa dal Comitato gelatieri bergamaschi aderenti ad Ascom.
Sono 40 le gelaterie che hanno aderito al progetto, promosso nell’ambito dell’annuale Campagna di valorizzazione e promozione per il consumo del gelato artigianale che ha per titolo “A tutta frutta”.


Per ricevere un cono gratuitamente è necessario presentare un buono distribuito dalle aziende nelle scuole primarie dei comuni interessati, in totale 31.
Le gelaterie aderenti sono le seguenti: Il Dolce Freddo (Albano Sant’Alessandro), Fiordipanna (Almenno San Bartolomeo), Bogni (Arcene), Artigel (Azzano San Paolo), Cherubino (Bergamo Alta), San Francesco (Bergamo), La Gabbia (Capriate San Gervasio), Alpino (Casirate d’Adda), Caffé del Ciocciolato (Chiuduno), Bosio (Clusone), Selz (Clusone), Brina (Cologno al Serio), Pezzotta (Costa di Mezzate), Blitz (Curno), Gelatissimo (Darfo Boario Terme), Oasi (Fara Gera d’Adda), Iceberg (Fontanella), Valcalepio (Gorlago), Gelateria Bar Centrale (Lovere), Pirata (Lurano), Melograno (Madone), Arizzi (Olmo al Brembo), La Fonte (Oltre il Colle), Gelateria Bar Commercio (Osio Sotto), Bonati (Paladina), Bonazzi (Ponte Nossa), Taverna del Caio (Ponteranica), Mento (Roncola), Arlecchina (San Paolo d’Argon), La Gelateria (San Pellegrino Terme), Mary’s (Selvino), Gelateria Bar Roma (Sovere), Centopercento Gusto (Stezzano), Rubis (Torre Boldone), Centopercento Gusto (Treviglio), Girasole (Treviglio), Gelatiamo (Treviolo), Dolci Voglie (Urgnano), L’Oasi (Villongo), Il Gioppino (Zanica).

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare